Il prestigioso incarico è stato conferito presso la sede delegata in Italia, a Roma e comunicato direttamente dal Presidente Prof. Ing. Gianni Cara.
L’Università Internazionale della Pace è stata istituita nel 1980 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con il compito “di educare alla pace, impegnandosi in insegnamento, ricerca, formazione post laurea e diffusione delle conoscenze fondamentali per il pieno sviluppo della persona umana e delle società attraverso lo studio interdisciplinare di tutte le questioni relative alla pace, volendo fornire all’umanità un’Istituzione Internazionale di istruzione superiore per promuovere tra tutti gli esseri umani lo spirito di comprensione, tolleranza e coesistenza pacifica”. La sede centrale è stata costituita in Costa Rica, premiando così questo Paese per aver abolito, unico al mondo e unilateralmente, le proprie forze armate. Nel 2015 è stata ufficializzata l’istituzione della sede di Roma destinata ad affiancarsi alle altre già operanti, in Olanda, Giappone, Filippine, Cile ed Etiopia. Presidente Onorario è l’attuale Segretario Generale Antonio Guterres.
L’incarico rappresenta un riconoscimento della attività di tutta una vita di Orazio Parisotto come studioso di scienze umane e dei diritti fondamentali, particolarmente impegnato nel sociale, fondatore e presidente di UNIPAX, ONG associata da oltre vent’anni al “Dipartimento della Comunicazione Globale” dell’ONU (UN/DGC) e Coordinatore del Comitato Promotore dello United Peacers Project – The World Community for a New Humanism. Gli obiettivi indicati dall’Università della Pace si ritrovano pienamente nei contenuti del saggio “La Rivoluzione Globale Pacifica per un Nuovo Umanesimo – Le vie di uscita dalle emergenze planetarie” di cui è in uscita la quarta edizione. Il testo, che è rivolto agli operatori di pace di tutti i continenti, è stato definito “Il Libro della Speranza” in quanto spiega non solo perché è necessaria una rivoluzione globale pacifica, ma anche come realizzarla per salvaguardare il nostro futuro.

Accordo di collaborazione tra Unipax ed Eurocomunicazione per promuovere il Progetto United Peacers

UNIPAX, NGO associata al UN/DGC Department of Global Communications delle Nazioni Unite e all’ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile – Agenda 2030 dell’ONU – e EUROCOMUNICAZIONE SRL un think tank nato con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e dell’Ufficio per l’Italia del Parlamento Europeo, hanno stipulato un accordo strategico di collaborazione allo scopo di promuovere insieme il Progetto United Peacers The World Community for a New Humanism.

Newsletter Unipax United Nations Global Issues: Disarmament 2023

Sin dalla nascita delle Nazioni Unite, gli obiettivi del disarmo multilaterale e della limitazione degli armamenti sono stati centrali negli sforzi dell’Organizzazione per mantenere la pace e la sicurezza internazionale. Le Nazioni Unite hanno dato la massima priorità alla riduzione e infine all’eliminazione delle armi nucleari, alla distruzione delle armi chimiche e al rafforzamento della proibizione delle armi biologiche – che rappresentano le minacce più terribili per l’umanità. Attraverso sforzi globali, sono stati stabiliti numerosi trattati e strumenti multilaterali con l’obiettivo di regolamentare, limitare o eliminare determinate armi. Questi includono il Trattato sulla non proliferazione delle armi nucleari, il Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari, il Trattato sulla proibizione delle armi nucleari, la Convenzione sulle armi biologiche e chimiche, la Convenzione sulle mine terrestri antiuomo, la Convenzione sulle munizioni a grappolo , la Convenzione su alcune armi convenzionali e il Trattato sul commercio delle armi.

Collegandosi al Link è possibile scaricare la Newsletter

Presentato al Senato l’Intergruppo Giovani Universitari in Parlamento

E’ stato presentato in Senato, presso la Sala Capitolare di piazza della Minerva a Roma, il primo Intergruppo “Giovani Universitari in Parlamento” (GUP), una nuova realtà apartitica per far conoscere le istanze e le proposte dei giovani alle istituzioni. Ne fanno parte politici dei diversi schieramenti, coadiuvati da numerosi studenti delle principali università. L’intergruppo, vuole essere una realtà trasversale per dare maggior rilievo alle proposte dei giovani sui temi dell’istruzione, occupazione giovanile, partecipazione democratica e sostenibilità per il futuro delle nuove generazioni. “Molto spesso i movimenti giovanili si impegnano in azioni di protesta, senza un’adeguata offerta di proposte costruttive” afferma Riccardo Pace, uno dei fondatori dell’intergruppo, nonché coordinatore del Dipartimento Giovani del Comitato Promotore della United Peacers Foundation ”tale atteggiamento purtroppo non rappresenta la volontà dei numerosi giovani disposti ad impegnarsi per sviluppare idee, iniziative e proposte per il futuro del nostro Paese”. Secondo i proponenti l’intergruppo Giovani Universitari in Parlamento dovrà essere uno spazio libero in cui accogliere tutti i giovani, le associazioni e le realtà che, con umiltà ma determinazione, vogliono assumersi la responsabilità di costruire un’Italia migliore, non con le proteste ma dando vita ad una “Rivoluzione delle Proposte”.

Ci salverà solo la cultura della pace

Le Nazioni Unite hanno proclamato la Giornata mondiale della Fraternità umana per promuovere la pace e la cooperazione internazionale. L’iniziativa dell’ONU, ratificata dall’Assemblea Generale, ha preso spunto dagli sforzi dei leader religiosi, per promuovere il dialogo interreligioso e interculturale. Con riferimento all’enciclica sociale di Papa Francesco “Fratelli tutti”, bisogna ribadire con forza l’urgenza di riaffermare la “cultura della pace” di fronte ai conflitti che sconvolgono il mondo, sollecitando una mobilitazione della società civile che coinvolga sempre di più le nuove generazioni.

https://orazioparisotto.com/2023/08/07/la-cultura-della-pace/

Orazio Parisotto premiato per la sua attività a favore della promozione dei valori etici

Il Presidente del Comitato Nazionale Italiano Fair Play consegna il premio a Orazio Parisotto

Nel Salone d’Onore del Coni a Roma sono stati premiati i “professionisti” del fair play con riferimento alla promozione dei valori etici, nei vari campi delle attività sociali e professionali, dall’informazione allo spettacolo, dalla cultura alla salute e allo sport. L’iniziativa, intitolata “Fair Play for Life” nasce dal sodalizio fra il Comitato nazionale italiano Fair Play, presieduto da Ruggero Alcanterini e la giornalista della Stampa Estera in Italia Lisa Bernardini. A Orazio Parisotto è stato consegnato il premio come riconoscimento della attività di tutta una vita, prima come sportivo nella nazionale di atletica leggera e poi come studioso di scienze umane e dei diritti fondamentali, particolarmente impegnato nel sociale, fondatore e presidente di UNIPAX (www.unipax.org) e Coordinatore del Comitato Promotore della United Peacers Foundation (www.unitedpeacers.org).

Condividiamo il Blog di Orazio Parisotto, fondatore degli United Peacers e autore del saggio La Rivoluzione Globale per un Nuovo Umanesimo. I temi trattati richiamano le tematiche su cui noi, United Peacers, ci confrontiamo con le associazioni aderenti.

Scopri di più visitando il blog