Per un  totale disarmo nucleare e biochimico-batteriologico e l’avvio di un progressivo disarmo totale controllato.    

Coordinatore: Ing. Giuseppe Rotunno – Responsabile del Piano “Megatons to Development”

Membri: Marcello Cataldi, Massimo Sepielli, Nicola Colacino.

Attività: si stanno predisponendo approfondimenti per mozioni e petizioni a livello nazionale e internazionale per favorire dei concreti passi in avanti per il disarmo.

Il Dipartimento “Disarmo Nucleare e Disarmo Globale” di United Peacers e Unipax partecipano  al  Convegno WEBINAR “Dalla Conversione delle Armi Nucleari alla sconfitta della fame nel mondo”. Vai alla pagina

UNITED PEACERS ha inviato a nome di molte altre Associazioni la seguente “Lettera Appello” alle principali autorità dell’ UE. Affinché l’UE svolga una incisiva opera di mediazione in favore del disarmo nucleare.

Puoi scaricare il testo qui sotto:

Venerdì 11 febbraio 2022 presso la Sala Spazio Europa – Via IV Novembre, 149 a Roma si svolgerà, a partire dalle ore 9,30 il Convegno SOCIETÀ CIVILE E CONVERSIONE DELLE ARMI NUCLEARI IN PROGETTI DI PACE: UNA PROPOSTA EUROPEA PER IL DISARMO.Il convegno è organizzato dalComitato per una Civiltà dell’ Amore con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.Dopo la presentazione del Presidente del Comitato per una Civiltà dell’ Amore Giuseppe Rotunno, l’intervento introduttivo sarà affidato al Prof. Orazio Parisotto Presidente di Unipax e Coordinatore del Comitato Promotore della United Peacers Foundation.

Firma la petizione “Pace Nucleare: una Proposta Europea per il Disarmo”

UNITED PEACERS insieme al Comitato per una Civiltà dell’Amore, OFS Lazio e Movimento Europeo Italia, ha promosso una PETIZIONE per sollecitare il Parlamento Europeo ad avviare un Tavolo per il Disarmo Nucleare con le Super-Potenze.

Con questa petizione si chiede alla UE di diventare il principale Promotore mondiale di Pace, proponendo, da subito, l’avvio di un progressivo Disarmo Nucleare globale a cominciare dalle Potenze che si confrontano sul nostro Continente, così da non incorrere nel rischio di una Terza Guerra Mondiale. 

Puoi saperne di più e far firmare la petizione qui:

Firma la petizione