Chiedere con energia che si confermi il ripudio assoluto della guerra, la fine della folle, pericolosa e costosissima corsa agli armamenti e una progressiva riconversione, in tutti gli Stati, delle “fabbriche della morte” in “fabbriche per la vita” e un controllo democratico sulle applicazioni tecnologiche della ricerca scientifica.

Si chiede di sottoscrivere il seguente testo:

Constatato che di fronte alla drammatica emergenza data dalle numerose guerre in atto e dalla folle corsa agli armamenti dobbiamo evitare che il genere umano possa correre il rischio di ulteriori guerre catastrofiche;

Osservato che ogni Stato nazionale ha oggi un proprio esercito, per mantenere il quale viene spesa globalmente al mondo l’assurda cifra di oltre 1.700 miliardi di dollari all’anno;

Tenuto conto degli straordinari progressi della ricerca scientifica e della conseguente possibilità di applicazioni tecnologiche pericolose;

CHIEDIAMO

ai Capi di Stato e di Governo e ai Responsabili delle Istituzioni e degli organismi internazionali interessati di:

– confermare il ripudio assoluto della guerra e di ogni forma di violenza organizzata come sistema di risoluzione dei conflitti sia interni che internazionali;

– avviare un processo di progressivo completo disarmo, innanzitutto nucleare, in tutti gli Stati istituendo una apposita “Agenzia per il Disarmo Globale” sotto l’egida dell’ONU, che fermi la corsa agli armamenti e favorisca la riconversione progressiva delle “fabbriche per la morte” in “fabbriche per la vita”;

– organizzare e gestire sotto l’egida dell’ONU un “Esercito di Pace e di Intervento Umanitario” che vada progressivamente a sostituire gli eserciti dei singoli paesi;

– utilizzare le enormi risorse destinate agli armamenti per affrontare le gravi emergenze planetarie, ambientali e socio-economiche;

– mettere in atto un controllo metodico di sicurezza sulle applicazioni scientifico-tecnologiche in tutti i paesi attraverso una “Authority per il Controllo sulle Applicazioni della Ricerca Scientifica e Tecnologica” sotto l’egida dell’ONU da rendere operativa con urgenza.

Follow by Email